Questo volume, che raccoglie gli Atti del Simposio S.I.M. su "Gli apporti della micropsicoanalisi nel prolungamento dell'analisi freudiana", ha lo scopo di far conoscere al pubblico le ricerche e gli studi che si stanno effettuando nell'ambito di una disciplina, relativamente giovane, ma rivoluzionaria, che va sotto il nome di micropsicoanalisi.
Sono passati circa vent'anni dalla prima edizione di Contro il matrimonio di Silvio Fanti, ideatore di questa disciplina. Da allora molto cammino è stato fatto...

Nella prima parte "Storia e metodo" vengono presentati un confronto tra la teoria e la tecnica freudiana e il modello fantiano, l'attività scientifica dell'Istituto Italiano di Micropsicoanalisi, e l'applicazione del modello micropsicoanalitico alla relazione analitica transfert-controtransfert.
Nella seconda parte "Applicazioni" sono raccolti contributi di interpretazione micropsicoanalitica di testi letterari, filosofici, storici e religiosi.
Nella terza parte "Sviluppi teorici" sono enunciate alcune ipotesi sul vuoto e la coazione a ripetere, sul cancro, sul gemello psichico e un confronto tra il funzionamento di alcuni comandi riguardanti il computer e la psiche umana.
Nella quarta e ultima parte "Applicazioni cliniche" dopo una dissertazione sui vantaggi e sui limiti di una psicoterapia micropsicoanalitica, sono esposti quattro casi clinici, di cui due seguiti in istituzioni pubbliche, che offrono al lettore l'opportunità di vedere applicati alcuni dei supporti tecnici, come lo studio delle fotografie e lo studio della genealogia.

Il libro è pubblicato in edizione bilingue italiana e francese.