Ecco un libro al quale nessuno può restare insensibile — tanto la sua lettura è sconvolgente e talvolta persino scioccante — che mette a nudo la natura sconosciuta delle relazioni bambini-genitori.

Silvio Fanti ha analizzato ne La micropsicoanalisi i dati della guerra spietata che combattono, secondo il loro terreno, rispettivamente il feto e la madre. Egli descrive in questo libro alcune frustrazioni che l'Inconscio del bambino continua a subire.

Ora la drammatica articolazione tra l'esigenza infinita d'amore di questo bambino e l'umana impossibilità da parte dei suoi genitori di soddisfarla, qualsiasi cosa facciano, contribuisce a spingere ogni individuo a un ineluttabile bisogno di vendetta, vendetta sistematica, contro chiunque, compreso se stesso.

È utile, o meglio vitale, che ognuno lo sappia. E per questo bisogna che qualcuno abbia il coraggio di dirlo.