La creatività è una disposizione naturale che accomuna gli esseri umani. Una creazione porta alla luce dei contenuti inconsci che, durante il percorso, si ricombinano con altri materiali, fino a sfociare in una manifestazione concreta. Tuttavia, tale percorso può trovare degli ostacoli che impediscono alla creatività di esprimersi.

Questo libro descrive, in un linguaggio accessibile, proprio i meccanismi psichici che favoriscono o inibiscono il processo creatore, una teorizzazione originale delle radici inconsce della creatività.
Gli Autori si sono interessati alla creatività che si sviluppa durante il lavoro analitico, quando i conflitti più importanti sono stati disattivati. Di qui, hanno constatato che riemergono esperienze piacevoli, prima silenti, anch'esse registrate nello psichismo profondo. Hanno altresì constatato che questi ricordi di benessere, una volta tornati alla luce, inducono una trasformazione interiore da cui scaturiscono nuove creazioni. E questo può riguardare tutti.

Quando nello psichismo c'è fluidità, tende a prodursi il fenomeno che Daniela Gariglio e Daniel Lysek hanno chiamato "Creatività benessere": la creazione avviene in un clima affettivo sereno e appagante sia dal punto di vista personale che relazionale: va dunque nel senso della vita anche se, inesorabilmente, bisogna passare dall'elaborazione dei lutti.

Si tratta di un lavoro che ha voluto essere pratico, in presa diretta con la realtà. Per gli Autori, fare un'analisi significa non soltanto tentare di risolvere dei conflitti, causa di sofferenza, ma anche uscire dall'immobilismo e tendere a far gemmare le proprie potenzialità creatrici nella vita reale.


Armando editore